Impianti sciistici aperti per protesta nella Piana di Vigezzo in Piemonte

1' di lettura 15/02/2021 - Il governo chiude gli impianti da sci ma a Piana di Vigezzo, 1.720 metri nel pittoresco Comune di Craveggia, 800 abitanti, in provincia di Verbano-Cusio-Ossola, (Piemonte), nell'omonima valle Vigezzo, in Alta Ossola, nonostante lo stop in extremis arrivato dal governo, gli impianti funzionano regolarmente.

La Piana di Vigezzo non si allinea alla decisione del governo di rinviare la riapertura della stagione sciistica decisa in "zona Cesarini" domenica 14 febbraio. Fin dal mattino di lunedì 15 febbraio infatti, la stazione sciistica ha tenuto aperti gli impianti nonostante il divieto ministeriale. Luca Mantovani, amministratore delegato della società «Vigezzo & Friends» che gestisce gli impianti, lo ha confermato: "Siano aperti e sta continuando ad arrivare gente, intorno alle 8 avevamo già portato in quota con la funivia che collega la valle con le piste (e che è un trasporto pubblico locale e quindi può rimanere in ogni caso aperta), almeno un centinaio di persone. Volevamo dare un segnale: non ci si può comportare in questo modo. Io capisco perfettamente le esigenze della tutela della salute, cosa a cui teniamo ovviamente anche noi, ma non si può cambiare idea meno di ventiquattro ore prima della riapertura".

"Noi - ha chiosato Manotvani - siamo una piccola realtà e nella stagione 2019-2020 abbiamo fatturato circa 400.000 mila euro nella stagione invernale. Quest'anno non arriviamo a 27.000 euro. Si parla di ristori, ma per ora noi non abbiamo visto niente".






Questo è un articolo pubblicato il 15-02-2021 alle 11:42 sul giornale del 16 febbraio 2021 - 120 letture

In questo articolo si parla di attualità, roma, redazione, lazio, articolo, Antonello Staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bN7Z