SEI IN > VIVERE PIEMONTE > ATTUALITA'
articolo

Lino Guanciale in scena al Teatro Colosseo per Ennio Flaiano

2' di lettura
48

L’attore protagonista dello spettacolo di Davide Cavuti il 24 maggio

“Non svegliate lo spettatore”: lo spettacolo, firmato da Davide Cavuti che andrà in scena al Teatro Colosseo il 24 maggio è un omaggio alla vita e alle opere di Ennio Flaiano, scrittore (vincitore del "Premio Strega" del 1947 con "Tempo di Uccidere") e sceneggiatore di numerose pellicole dirette da Federico Fellini ("I Vitelloni", "La strada", "Le notti di Cabiria", "La dolce vita", "8 ½"), da Alessandro Blasetti ("Peccato che sia una canaglia") da Steno - Monicelli ("Guardie e Ladri") e di altri capolavori della cinematografia italiana. "Attraverso aneddoti, lettere, racconti, i personaggi prendono forma diventando maschere senza tempo," afferma il regista Davide Cavuti. "I quadri proposti riverberano di senso etico, sociale, storico. Il viaggio con Flaiano (e il suo taccuino) è un prezioso insegnamento per affrontare le nuove sfide dell'esistenza." Lo spettatore sarà proiettato, con i piedi fortemente poggiati sulle nuvole, nel mondo della letteratura, del cinema e del teatro attraverso la recitazione di uno straordinario attore quale Lino Guanciale, accompagnato dal commento musicale del maestro Davide Cavuti. Dopo il successo di "Itaca... il viaggio," Lino Guanciale e Davide Cavuti tornano di nuovo insieme in scena con uno spettacolo dedicato a uno dei più grandi scrittori e sceneggiatori italiani. Il rapporto tra il cinema, il teatro, la letteratura e la musica costituisce una chiave di lettura importante per penetrare i valori di interscambio tra cultura, formazione e apprendimento, affinché siano stimolo per la ricerca e l'approfondimento delle opere dei grandi scrittori spesso dimenticati. Lino Guanciale è nato il 21 maggio 1979 ad Avezzano, da padre medico e madre insegnante. La recitazione è arrivata per puro caso iscrivendosi a un corso di teatro nel liceo frequentato dal suo migliore amico, poiché, per un contrasto con il preside da rappresentante degli studenti, nella sua scuola la possibilità gli era interdetta.



Questo è un articolo pubblicato il 18-05-2023 alle 18:53 sul giornale del 19 maggio 2023 - 48 letture






qrcode