SEI IN > VIVERE PIEMONTE > CRONACA
articolo

Torino, GdF e Scico: Operazione “Malok 2019”, 24 arresti per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti

2' di lettura
38

Operazione in corso della Guardia di Finanza di Finanza di Torino e del Servizio Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata (SCICO) delle Fiamme Gialle in tutta Italia: smantellate due organizzazioni criminali dedite al traffico di droga con basi a Torino e Alessandria. 24 persone arrestate.

Operazione in corso della Guardia di Finanza di Finanza di Torino e del Servizio Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata (SCICO) delle Fiamme Gialle in tutta Italia: smantellate due organizzazioni criminali dedite al traffico di droga con basi a Torino e Alessandria. 24 persone arrestate.

Dall’alba circa 120 militari della Guardia di Finanza, appartenenti al Comando Provinciale di Torino e al Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata (SCICO) di Roma,
coordinati dalla Procura della Repubblica - Direzione Distrettuale Antimafia torinese, stanno dando esecuzione in varie Regioni italiane (Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana e Abruzzo) a un’ordinanza del Giudice per le indagini preliminari del Tribunale del capoluogo piemontese che ha disposto la custodia cautelare in carcere nei confronti di 24 persone, gravemente indiziate di far parte di due distinte associazioni per delinquere finalizzate al traffico e alla commercializzazione di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti (principalmente cocaina e marijuana).
Le indagini - curate dal Nucleo di polizia economico-finanziaria di Torino, anche congiuntamente allo SCICO - sono state caratterizzate dal ricorso a complessi e articolati accertamenti di polizia giudiziaria, con intercettazioni telefoniche e ambientali ed estese attività di osservazione e pedinamento, ottenendo significativi indizi circa l’esistenza di due presunti sodalizi criminali, composti da soggetti italiani e albanesi, che, in ipotesi d’accusa, avrebbero commesso plurimi reati connessi all’importazione e al traffico di stupefacenti.
Entrambi i sodalizi criminali disponevano di alloggi e luoghi idonei a occultare lo stupefacente e di un collaudato sistema per provvederne al trasporto e alla distribuzione, avvalendosi anche di veicoli modificati e dotati di appositi doppi fondi.
Nel corso delle investigazioni sono stati intercettati e sottoposti a sequestro, in più occasioni, complessivamente circa 45 kg di cocaina, 150 kg di marijuana, 1,5 kg di hashish e 900 mila euro in contanti. I quantitativi di sostanze stupefacenti sequestrati, se immessi sul mercato “al dettaglio”, avrebbero potuto generare introiti illeciti per almeno 6 milioni di euro.



Questo è un articolo pubblicato il 06-02-2024 alle 18:23 sul giornale del 07 febbraio 2024 - 38 letture






qrcode