SEI IN > VIVERE PIEMONTE > CRONACA
articolo

Casale Monferrato: finti tecnici dell’acquedotto tentano di truffare una 90enne, denunciati

2' di lettura
50

A Casale Monferrato due persone si presentano alla porta di un’anziana signora di 91 anni, dicono di essere tecnici dell’acquedotto e riescono a entrare in casa con il pretesto di controllare le tubature.

“Si sono rotti dei tubi”, dice uno dei due, iniziando ad aggirarsi per l’abitazione. “Devi togliere tutta la roba e metterla nel freezer”, aggiunge la complice. L’uomo va verso la cucina, apre il rubinetto e fa passare un congegno sotto l’acqua corrente. Parte un suono allarmante: “Contaminata!”, dichiara.

L’anziana si spaventa, vuole avvisare il figlio. Ma la donna la incalza: “Suo figlio lo sa”. Ha l’atteggiamento di chi deve risolvere il problema in fretta: “Ha detto di togliere tutta la roba di oro… di soldi… e metterla nel frigo, suo figlio. Di metterla in una borsa e di metterla lì nel frigo”. “Metterla là, che quella fa da schermo”, spiega l’altro, per convincere l’anziana.

I due malviventi ripetono l’invito con insistenza, generando apprensione. Esortano la vittima. Alla fine entrano di iniziativa nelle stanze e in camera da letto, dividendosi, cercando di eludere il controllo della padrona di casa.

La donna però ha capito. L’iniziale apprensione lascia spazio al sospetto. Le tornano in mente i consigli per evitare le truffe di cui aveva sentito parlare nel corso degli incontri presso il centro anziani con i carabinieri della zona ed entra in camera, dove i due stanno aprendo i cassetti. Gli urla contro e li sorprende: probabilmente non si aspettavano la reazione veemente dell’anziana. Lasciano tutto e scappano. Lei chiama il 112.

I carabinieri intervengono rapidamente e raccolgono tutte le informazioni necessarie per rintracciare i truffatori. Poi si accorgono della presenza di una telecamera installata all’interno dell’abitazione e chiedono alla signora di potere visionare i filmati. L’analisi è meticolosa e alla fine riescono a identificare i due malviventi: sono una coppia dell’astigiano. Hanno già commesso altre truffe. Scatta la denuncia.



Questo è un articolo pubblicato il 19-03-2024 alle 19:27 sul giornale del 20 marzo 2024 - 50 letture






qrcode