SEI IN > VIVERE PIEMONTE > SPORT
articolo

Torino nono..stante tutto: i tifosi possono ancora sperare nell'Europa

2' di lettura
26

Pesante sconfitta contro i neo campioni di Europa League ma il Toro mantiene la nona posizione grazie al pareggio del Maradona. Al Napoli non basta il punto interno con il Lecce per sperare ancora nell’Europa

Il Toro parte bene e prova a infastidire i neroblu senza successo e quando si accende Lookman la difesa granata non può far altro che sperare. Ma se non è Lookman è Scamacca o il redivivo De Ketelaere o l’ex Zappacosta e, nel finale, pure il terzo portiere Rossi timbra il cartellino con un ottimo intervento d’istinto sul tiro di Ilic.

Meno bene l’altro portiere, Gemello, che contribuisce al secondo gol della Dea con una goffa respinta su cui si avventa il solito Lookman. Con i granata che issano bandiera bianca e sperano solo più in un miracolo del Lecce, c’è ancora tempo per Tameze di causare un rigore con un pestone, (su chi??? Sempre Ademola…) e per Pasalic di chiudere il discorso spiazzando Gemello.

Mister Juric chiude la sua avventura in granata con una sonora batosta rimediata al Gewiss Stadium, vendetta per il 3-0 dell’andata al Grande Torino che, grazie al pareggio tra Napoli e Lecce non crea danno al Toro, ma lo crea alla Roma che con il sesto posto, andrà a giocarsi l’Europa League con Lazio e, in caso di vittoria mercoledì, Fiorentina.

In questo possono ancora sperare i tifosi del Toro che mercoledì tiferanno per i fratelli viola, come avrebbero comunque fatto per via dello storico gemellaggio che lega le due tifoserie.
Dura sarà per la squadra di Italiano battere l’Olimpiakos nella bolgia di Atene, l’obiettivo è di vendicare il ko della passata edizione, quando ad alzare la coppa furono gli inglesi del WestHam che vinsero 2-1 nei minuti finali.




Questo è un articolo pubblicato il 27-05-2024 alle 07:36 sul giornale del 27 maggio 2024 - 26 letture






qrcode