SEI IN > VIVERE PIEMONTE > CULTURA
articolo

Fondazione FILA Museum promuove la Summer School 2024, all’insegna della condivisione e della creatività

4' di lettura
30

Riapre i battenti la Summer School di Fondazione FILA Museum che chiama a raccolta i giovanissimi proponendo laboratori e attività gratuite, occasioni ideali per stimolare creatività, manualità e spirito di gruppo.

Sono destinate ai bambini e alle bambine di età compresa tra i 5 e i 14 anni le iniziative della Summer School promossa da Fondazione FILA Museum e rivolta agli Enti del territorio: anche quest’anno sono in programma numerose attività gratuite mirate a coinvolgere i giovanissimi, focalizzando l’attenzione su importanti tematiche di interesse sociale.

Confermando l’impegno e la trasversalità di Fondazione FILA Museum, i laboratori estivi si propongono di diffondere la cultura dello sport e incentivare la condivisione, allestendo momenti ludici che si trasformano in occasioni perfette per stimolare la creatività, coltivare la manualità, incoraggiare l’espressione individuale e naturalmente sostenere lo spirito di gruppo.

La Summer School 2024 sarà ricca di iniziative e sono sei, precisamente, i laboratori organizzati da Fondazione FILA Museum: “On memory lane”, “Architetti di città”, “PRO/TEST!”, “Paris, here we come!”, “Un futuro a colori” e infine “It’s our party, we can do what we want!”.

On memory lane

I ricordi relativi alle esperienze sportive passate e i post-it colorati saranno i protagonisti del laboratorio “On memory lane”, che si propone di stimolare l’espressione grafica e scritta favorendo la conoscenza reciproca. È proprio nei post-it, infatti, che i giovani partecipanti dovranno illustrare con disegni e frasi un loro piacevole ricordo legato al mondo dello sport, praticato o semplicemente vissuto da spettatore.

I biglietti saranno illustrati dai diretti interessati e applicati su una mappa, spostandoli in base alle affinità riscontrate tra i vari racconti condivisi. Alla fine dell’esperienza sarà organizzato un gioco di gruppo.

Architetti di città

La storia FILA tocca numerose città, da Biella che ha visto la nascita del brand fino a New York, Los Angeles e Santiago in Cile. Il laboratorio “Architetti di città” propone una riflessione sul tema dell’abitare, invitando i partecipanti suddivisi in due sottogruppi a creare una città ideale selezionando luoghi e infrastrutture, da trasporre su cartoncini colorati realizzando uno schema piramidale con al vertice i componenti essenziali.

Le due piramidi, infine, saranno fatte convergere in modo da ideare un’unica macro-città che si avvicini al concetto di perfezione. Alla fine dell’attività sarà anche possibile dedicarsi alla progettazione della casa ideale.

PRO/TEST!
Chi non ricorda il gesto rivoluzionario compiuto da Adriano Panatta e Paolo Bertolucci durante la finale di Coppa Davis tra Italia e Cile disputata il 19 dicembre 1976? In segno di protesta contro il regime di Pinochet, i due campioni indossarono una maglietta rossa e proprio questo momento diventerà un valido spunto di riflessione sull’importanza della rivendicazione pacifica e legittima dei diritti.

L’attività “PRO/TEST!”, infatti, sarà finalizzata a introdurre i giovanissimi al concetto di manifestazione e a incentivare la creazione di un cartello con uno slogan dedicato a una tematica particolare. Il laboratorio si concluderà con una piccola manifestazione pubblica, che sarà animata dai cori dei partecipanti.

Paris, here we come!

Dal 26 luglio all’11 agosto 2024 si terranno i tanto attesi Giochi Olimpici di Parigi, evento che vedrà la partecipazione di numerosi atleti FILA e che rappresenterà l’occasione ideale per organizzare il laboratorio “Paris, here we come!”.

I partecipanti saranno impegnati nell’ideazione e nella disputa di un Memory Game, che si concluderà con un gioco collettivo basato sull’attività motoria.

Un futuro a colori

L’attività “Un futuro a colori” permetterà ai partecipanti di vivere un’avventura emozionale basata sul potenziale espressivo delle tinte cromatiche, in grado di veicolare messaggi significativi.

Offrendo un primo approccio all’action painting ma anche un’occasione di riflessione su questioni di interesse sociale, il laboratorio vedrà i partecipanti disporsi intorno a un grande pannello a forma di arcobaleno, sul quale dovranno riprodurre le sette tonalità distinguendo tra toni primari e secondari. Al termine sarà incollato del cotone idrofilo per simulare le nuvole e si appenderanno dei messaggi di buon auspicio, sperando in un futuro a colori che coinvolga tutta l’umanità.

It’s our party, we can do what we want!

L’ultimo laboratorio in programma per la Summer School sarà all’insegna del ballo, una pratica collettiva in grado di trasformarsi in un momento di condivisione. Aiutandosi con un cartoncino colorato di vari colori, forbici e colla, i partecipanti potranno realizzare una semplice coroncina e cimentarsi in una danza per ringraziare l’estate che ormai giunge al termine.
L’attività “It’s our party, we can do what we want!”, quindi, coinciderà proprio con la festa conclusiva di fine estate, da celebrare ballando tutti insieme.

CONTATTI

Fondazione FILA Museum
Via Seminari, 4/A
13900 Biella

Telefono
+39 01509970 11
+39 01509970 12

Sito web e Mail
www.fondazionefila.com
info_fondazione@fila.com

Seguici su
Facebook @fondazionefila
Instagram @fondazione_fila_museum
YouTube @fondazionefilamuseum3290





Questo è un articolo pubblicato il 07-06-2024 alle 14:48 sul giornale del 07 giugno 2024 - 30 letture